Archivio

Post Taggati ‘yogurt’

Muffin all’infuso di mela e limone

21 Novembre 2011 2 commenti

Nell’ambito della collaborazione con la ditta Ferri dal 1905 del marchio Coccole stamane ho provato un infuso di limone e mela dall’inconfondibile fragranza, che ho impiegato per confezionare dei muffin. Il risultato è stato quello di tanti dolcetti morbidi, profumati e gustosissimi. Nell’impasto ho aggiunto dei cubetti di mele annurche dal sapore acidulo e dalla tipica polpa croccante. Questi muffin li possiamo servire per la colazione del mattino o per la merenda del pomeriggio, ma se li presentiamo dentro colorati pirottini di carta diventeranno un insolito dessert per un rinfresco in piedi.

Ingredienti:

160 grammi di farina

40 grammi di zucchero

Zucchero a velo q.b. per guarnire

½ mela annurca

1 cucchiaio di lievito per dolci

1 limone biologico

2 cucchiai di infuso alla frutta mela e limone Ferri dal 1905

50 grammi di yogurt bianco

Preparazione:

Portiamo l’acqua a bollore, versiamola sull’infuso, facciamo riposare per 7 minuti, nel frattempo laviamo la mela, grattugiamola o tagliamola a piccoli pezzi. In una ciotola capiente mischiamo la farina, il lievito, lo zucchero ed il sale. A parte misceliamo lo yogurt, la scorza di limone grattugiata, la mela ed uniamo a filo l’infuso. Mescoliamo bene, uniamo i due composti, lavoriamo delicatamente evitando di mescolare in maniera eccessiva. Accendiamo il forno, ungiamo gli stampini anche nei bordi e riempiamoli a metà. Cuociamo i muffin per circa 20 minuti a 180 °C fino a quando saranno ben gonfi e dorati. Facciamoli freddare all’interno del forno e serviamoli decorati con dello zucchero a velo.

Torta bianca di albicocche

30 Giugno 2011 3 commenti

Torta bianca di albicocche

Giugno è il mese ideale per assaporare questo frutto delizioso, ricco di zuccheri, potassio, magnesio, vitamina A e C. Ha innumerevoli virtù terapeutiche impiegate già da secoli  nel campo della cosmesi e della cura all’anemia. Le albicocche vanno scelte mature ma con la polpa compatta, senza segni di ammaccature e si possono conservano in frigorifero per 3 o 4 giorni. Le albicocche di questa torta sono biologiche e acquistate dal nostro amico Salvatore; chi mi segue sa che ne parlo spesso perché gran parte del cibo proviene dalla sua fattoria montana. E’ stato lui a suggerirmi di accompagnare questo dolce con un bicchiere di profumato Moscato.

Ingredienti:

1 kg di albicocche mature

1 limone

20 grammi di gelatina in fogli

1 pizzico di anice

Liquore all’anice

500 grammi di yogurt bianco magro

100 grammi di formaggio magro spalmabile

200 grammi di panna vegetale

4 cucchiai di zucchero semolato

Preparazione:

Sbucciamo le albicocche, tagliamole a fettine, mettiamole in un tegamino con 1 cucchiaio di zucchero e l’anice; spruzziamo con il liquore, cuciniamo per circa 10 minuti tenendo la fiamma bassa e con l’aiuto di un cucchiaio cerchiamo di sfaldare la frutta. Mettiamo la gelatina a bagno nell’acqua fredda per 10 minuti, sciogliamola in poca acqua calda ed uniamola allo yogurt. Aggiungiamo il formaggio spalmabile, 2 cucchiai di zucchero, mescoliamo bene e a parte montiamo la panna vegetale. Incorporiamo la panna montata al composto ed aggiungiamo con delicatezza le albicocche cotte. Ungiamo uno stampo apribile, versiamo la torta e riponiamo in frigorifero per almeno 4 ore. Sbucciamo 2 albicocche, tagliamole a fettine, mettiamole in una ciotola con 1 cucchiaio di zucchero ed il succo di 1 limone; riponiamole in frigorifero fino al momento di guarnire la torta. Sformiamo, guarniamo con le albicocche ben sgocciolate dalla marinata e serviamo con un calice di Moscato.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di giallozafferano “ingrediente del mese”: le albicocche

INGR_GIUGNO

Bicchierini di pan di spagna vegan

18 Giugno 2011 3 commenti

Bicchierini pan di spagna vegan

Questa domenica un amico di famiglia mi ha portato dal suo incantevole paesino di montagna delle ciliegie biologiche buonissime e della grappa “a tiratura limitata”.

AMIZEA amido di maisUna parte della frutta l’ho conservata sotto spirito e con le restanti ciliegie ho preparato questi bicchieri da gustare in un dopo cena d’estate. E’ quello che ci vuole per rinfrescarsi guardando le stelle al fresco, magari da una terrazza con vista sul mare… o forse è pretendere troppo?. Il pan di spagna ha come ingrediente principale la AMIZEA del Molino Chiavazza, che gli conferisce una grande morbidezza; se non amate il latte scremato utilizzate quello di riso o di soya. Buona serata anche a voi!

 

Ingredienti:

150 grammi di Amizea il Molino Chiavazza

50 grammi di farina

200 ml di latte scremato ( o di soia)

cannella

1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva

100 grammi di zucchero

1 limone biologico

200 grammi di yogurt greco

100 grammi di mandorle tritate

½ bustina di lievito per dolci

200 grammi di ciliegie

grappa

Preparazione:

Prepariamo il pan di spagna: uniamo alla maizena l’olio, la scorza di limone e mescoliamo bene. Aggiungiamo il latte a filo, la farina e lo zucchero sempre mescolando. Lavoriamo bene, eliminiamo eventuali grumi, versiamo il lievito e accendiamo il forno. Ungiamo una teglia con i bordi bassi, mettiamo l’impasto, cuociamo per circa 20 minuti e facciamo freddare nel forno. Laviamo le ciliegie, priviamole del picciolo, del nocciolo e mettiamole e cucinare in una padella con un cucchiaino di zucchero e la cannella. Teniamo il fuoco basso, cuciniamo per circa 10 minuti, facciamo freddare e frulliamo metà del composto. Tagliamo il pan di spagna secondo le dimensioni dei bicchieri o delle tazzine e bagniamolo con la grappa o con il succo di frutta. Lavoriamo lo yogurt greco con un cucchiaino di zucchero, la scorza del limone, la granella di mandorle e giriamo con cura. Nel fondo del bicchiere adagiamo uno strato di yogurt, copriamo con un dischetto sottile di pan di spagna inumidito, copriamo con altro yogurt e sistemiamo le ciliegie cotte ma non frullate. Alterniamo gli strati e concludiamo con la passata di ciliegie. Mettiamo in frigorifero fino al momento di portare in tavola.

Carciofi e patate con yogurt e zafferano

30 Marzo 2011 3 commenti

 

Carciofi e patate con yogurt e zafferano

Per stasera preparo un contorno vegetariano stuzzicante, dall’allegro colore arancione, tipico dello zafferano. Ho utilizzato zafferano in polvere e non in stimmi per comodità, infatti riesco a dosarlo meglio e si scioglie con maggiore facilità. Per pulire i carciofi indossate i guanti onde evitare che vi macchino le mani; in caso contrario potrete utilizzare il succo di limone per smacchiare le mani.

Ingredienti:

1 vasetto di yogurt bianco magro

3 carciofi spinosi medi

3 patate medie

1 limone

1 bustina di zafferano

1 manciata di foglie di menta

Preparazione:

Prepariamo i carciofi, eliminiamo le foglie esterne, tagliamo le punte con le spine, recidiamo i gambi e raschiamoli. Tagliamo i carciofi a metà e togliamo la barbetta, affettiamo a rondelle i gambi e mettiamo a bagno in un catino con acqua fredda acidulata col limone. Sbucciamo le patate e tagliamole a rondelle non troppo sottili; sgoccioliamo i carciofi e affettiamoli più o meno delle stesse dimensioni delle patate. In una padella antiaderente mettiamo a cucinare i carciofi con qualche cucchiaiata di acqua. Teniamo il fuoco basso e dopo circa 5 minuti uniamo le patate, saliamo e mettiamo il coperchio. Se necessario aggiungiamo un poco di acqua calda. Ogni tanto scuotiamo la padella e giriamo con delicatezza; cuociamo per circa 20 minuti e facciamo freddare. Prepariamo la salsa miscelando bene lo yogurt allo zafferano (io ho usato la polvere di zafferano) e aggiungiamo qualche fogliolina di menta. Uniamo alla salsa i carciofi e le patate ormai freddi e misceliamo con cura. Condiamo con un filo di olio extra vergine aromatizzato al peperoncino e buon appetito!

 

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di giallozafferano “ingrediente del mese”: i carciofi

carciofi_ok

Torta con glassa di cioccolato

28 Febbraio 2011 4 commenti

Torta collage

Questa è la torta che ho preparato per il compleanno di mia mamma e che purtroppo le ho portato solo il giorno dopo visto che abitiamo in città diverse. E’ un’elaborazione della torta nota come “giorno e notte”. Per aromatizzare lo sciroppo ho usato della grappa casalinga di montagna che garantisce un sapore deciso e particolare, ma si può sostituire con un liquore o con del succo d’arancia. Ricordatevi le candeline!

Ingredienti:

3oo grammi di farina

2 uova

2 cucchiai di olio di semi

200 grammi di zucchero

1 pizzico di sale

100 grammi di cacao in polvere

1 limone biologico

1 bustina di lievito

Grappa o succo d’arancia

150 grammi di cioccolato fondente

1 vasetto di yogurt

200 grammi di formaggio spalmabile

100 grammi di mandorle a lamelle

Preparazione:

In una ciotola ampia battiamo le uova con lo zucchero (150 grammi) fino ad avere un composto spumoso e gonfio e aggiungiamo lentamente la farina setacciata col lievito, continuando a miscelare. Uniamo un pizzico di sale, l’olio, mescoliamo e suddividiamo il composto in due diverse ciotole. In una aggiungiamo il cacao in polvere girando con cura per evitare la formazione dei grumi. Scaldiamo il forno, ungiamo uno stampo rotondo e versiamo il primo composto facendolo cuocere circa 40 minuti a 180°. Facciamo la prova stecchino, lasciandola cuocere ancora un po’ se lo stecchino risulterà bagnato. Facciamo freddare la torta all’interno del forno spento poi sciacquiamo lo stampo, ungiamolo nuovamente con cura e versiamo il secondo composto cioè quello col cacao. Cuociamo, lasciamo freddare e prepariamo la farcia. Mescoliamo lo yogurt, lo zucchero (50 grammi), la scorza grattugiata del limone, le mandorle a lamelle e il formaggio spalmabile lavorando bene per ottenere un composto omogeneo. Tagliamo in due dischi ogni torta e inzuppiamoli spruzzando ogni strato con lo sciroppo ottenuto facendo sobbollire per qualche minuto a fuoco basso l’acqua, lo zucchero e la grappa (se la torta è destinata a bambini possiamo sostituite la grappa con del succo d’arancia). Farciamo con la crema di yogurt e formaggio, chiudiamo con la parte superiore e premiamo con delicatezza; ripetiamo l’operazione e mettiamo in frigorifero. Per la glassa poniamo il cioccolato fondente tagliato a quadretti in un pentolino con poca acqua a fuoco bassissimo; appena sarà sciolto spalmiamolo delicatamente con una spatola o un coltello sulla torta fredda. Riponiamola in frigorifero fino al momento di portarla in tavola e..buon compleanno! 

Torta di belga con yogurt greco

14 Gennaio 2011 2 commenti

Torta di belghe con yogurt greco

E’ una torta leggera che sostituisce al formaggio lo yogurt greco. Io lo scelgo senza grassi e lo impiego anche per accompagnare le insalate di cetrioli o per farcire con leggerezza le torte, magari al cioccolato.

Ingredienti:

150 grammi di farina

Acqua

Sale

2 cespi di belga

Latte

Un vasetto di yogurt greco

Preparazione:

Prepariamo la sfoglia disponendo la farina a fontana con un pizzico di sale ed impastiamo aggiungendo a poco a poco l’acqua necessaria. Lavoriamo fino ad avere una pasta omogenea e liscia e mettiamola a riposare per circa 30 minuti avvolta in un tovagliolo o nella pellicola trasparente. Nel frattempo prepariamo il ripieno. Eliminiamo il torsolo dalla belga eliminando le foglie rovinate e laviamola. Facciamo bollire, in una pentola, metà latte e metà acqua ( la quantità di liquido dipenderà anche dalle dimensioni della verdura) e lessiamo la belga per due minuti. Scoliamola,lasciamola sgocciolare e tagliamola in verticale dividendo i cespi a metà. Imburriamo con cura una teglia e mettiamo la belga con i torsoli verso il centro creando una raggiera. Lavoriamo lo yogurt greco con il sale  ed un goccio di latte fino ad avere una crema che  verseremo sopra i torsoli. Riprendiamo la sfoglia e tiriamola col matterello in modo da ottenere un disco ampio come il diametro della teglia. Sistemiamo la pasta infilandola con cura sotto i cespi e cuciniamo in forno per circa 30 minuti. Facciamo intiepidire e capovolgiamola, vedrete che sorpresa!