Home > Secondi di carne > Coda alla vaccinara

Coda alla vaccinara

16 Aprile 2017

Dopo l’ennesimo trasloco, con conseguente cambio di vita, torno ad aggiornare il mio blog. Lo scorso fine settimana ho preparato la mia versione facile della coda alla vaccinara, un piatto tipico della tradizione romana. La coda alla vaccinara è un secondo buonissimo, preparato valorizzando un taglio considerato, a torto, povero. Esistono innumerevoli versioni di questa ricetta, come sempre accade quando si parla di tradizione gastronomica. La mia ricetta, semplice ed efficace, non vuole contrapporsi a quella più attinente alla tradizione ma, soltanto, proporre un’alternativa.

Ecco come ho preparato la mia coda alla vaccinara.

Ingredienti:

1 chilo di coda di manzo tagliata

1 carota

1 cipolla dorata

1 costa di sedano

Olio extra vergine d’oliva

Sale

200 grammi di polpa di pomodoro

1 manciata di uvetta passa

Preparazione:

Mettiamo l’uvetta a bagno nell’acqua, poi tritiamo la cipolla, la carota ed il sedano e mettiamoli a rosolare con qualche cucchiaio d’olio e il guanciale; giriamo, uniamo la carne. Giriamola delicatamente e bagniamo col vino rosso; appena è evaporato uniamo la polpa di pomodoro, giriamo e lasciamo cuocere col coperchio. Proseguiamo la cottura unendo, se necessaria, poca acqua bollente. La coda alla vaccinara ha bisogno di una cottura lenta e lunga che dura, circa, tre ore; dopo circa due ore aggiungiamo l’uvetta strizzata e aspettiamo che la carne diventi morbida ed inizia a staccarsi dalle ossa. Correggiamo di sale e facciamo asciugare la salsa. Spegniamo e serviamo.

Buon appetito!

Categorie:Secondi di carne Tag: ,
  1. Egle
    19 Aprile 2017 a 18:57 | #1

    Ciao Marianna,
    grazie del suggerimento. Alla prossima. Ciao, Egle

  2. marianna
    19 Aprile 2017 a 18:54 | #2

    ciao, io metto un pizzico di peperoncino!

I commenti sono chiusi.